ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Teheran sotto la neve: i residenti respirano dopo una settimana di smog record


Iran

Teheran sotto la neve: i residenti respirano dopo una settimana di smog record

Teheran imbiancata dalla prima neve della stagione. Una boccata di ossigeno per i 14 milioni di abitanti visti i benefici per l’inquinamento. Nell’ultima settimana i livelli di smog avevano superato di oltre tre volte i valori della soglia di guardia. A causa dell’inquinamento atmosferico sono state accertate 412 morti dal 22 ottobre al 13 novembre scorsi.

“Questa mattina mi sentivo benissimo. È un clima piacevole soprattutto dopo un periodo di pesante smog. Tutto quello che pensavo questa mattina era finire velocemente di lavorare per uscire fuori e godermi la neve”, commenta una residente.

A causa dello smog le autorità iraniane il 14 novembre avevano disposto la chiusura di asili e scuole elementari ed esteso l’area della capitale in cui vige il sistema delle targhe alterne. La megalopoli è sotto una cappa di smog quasi costante causata per l’80% dai gas di scarico dei cinque milioni di veicoli e tre milioni e mezzo di motocicli che si riversano per le strade ogni giorno.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Iraq: s'intensifica l'offensiva su Mosul, evacuati migliaia di civili da Gogjali