ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sale tensione Montenegro-Serbia nel giorno delle legislative di Podgorica

In Montenegro le elezioni legislative che si sono svolte in un contesto di estrema tensione hanno portato la vittoria ai socialisti dell’inossidabile Primo Ministro Milo…

Lettura in corso:

Sale tensione Montenegro-Serbia nel giorno delle legislative di Podgorica

Dimensioni di testo Aa Aa

In Montenegro le elezioni legislative che si sono svolte in un contesto di estrema tensione hanno portato la vittoria ai socialisti dell’inossidabile Primo Ministro Milo Đukanović.

Una vittoria che tuttavia viene contestata dall’opposizione del Fronte Democratico di Andrija Mandic. Il 40% di preferenze andate ai socialisti non è in ogni caso un risultato sufficiente ad assicurare l’autonomia di governo.

E mentre Đukanović pensa ai partiti della minoranza bosniaca e croata per formare una coalizione, fa discutere l’arresto di una cellula serba (20 persone in manette) che secondo Podgorica sarebbe stata pronta a mettere a segno azioni violente nella giornata del voto.

“Non ho informazioni che indichino che soggetti politici siano implicati nella vicenda ma sono stato informato che Bratislav Dikic è stato arrestato e che la Procura sta prendendo le misure necessarie” ha detto il Ministro dell’Interno Goran Danilovic facendo riferimento ad un generale serbo in pensione.

“Vorrei dire in primo luogo che l’uomo che avete citato è in pensione” ha commentato il Premier serbo Aleksandar Vucic. “È curioso che tutto ciò accada proprio ora, è questo il solo commento che mi sento di fare. D’altro canto è meglio che mi morda la lingua e che taccia sulla questione” ha detto conferenza stampa.

Dikic era noto per le posizioni critiche nei confronti della Nato e per l’attivismo in un gruppo di difesa dei diritti dei veterani serbi. Nonostante le tensioni il voto in Montenegro si è svolto senza che si sia registrato alcun incidente.