ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Gabon. Ali Bongo rifiuta una nuova conta dei voti

mondo

Gabon. Ali Bongo rifiuta una nuova conta dei voti

Pubblicità

In Gabon il Presidente rieletto Ali Bongo rispedisce al mittente le richieste di una nuova conta dei voti. Non posso infrangere la legge e chiedere che si ricontino i voti: la sola possibilità è un ricorso alla Corte Costituzionale ha detto rispondendo alle accuse di frode ed irregolarità nelle presidenziali del 27 agosto.

Sarah Crozier, portavoce della missione d’osservatori dell’Unione Europea: “Abbiamo notato delle anomalie riguardanti l’affluenza nella provincia di Haut Ogooue. I nostri osservatori sul terreno hanno constatato un tasso di partecipazione al voto differente rispetto a quanto è stato annunciato” ha spiegato.

Subito dopo le elezioni il Paese africano è piombato nel caos. Diversi giorni di scontri e violenze hanno fatto un numero di morti tutt’ora impossibile da quantificare. Pesanti le accuse dell’opposizione dello sfidante Jean Ping che, nel frattempo, ha autoproclamato la propria vittoria.

René Ndemezo Obiang, responsabile della campagna elettorale di Jean Ping: “La tattica adottata dalle sue truppe è stata quella di sparare a tutto quel che si muoveva, di uccidere delle persone. Erano seguiti da un’ambulanza, raccoglievano subito i corpi e li portavano via appositamente per rendere impossibile un bilancio reale delle vittime” ha detto in conferenza stampa a Libreville.

A chiedere una nuova conta delle schede elettorali in tutti i seggi è anche la Francia, ex-potenza coloniale che mantiene una forte influenza sul Paese africano. Ali Bongo ha risposto alle accuse di Jean Ping con una frecciata sull’iter politico dell’avversario, iter per altro costruito all’ombra di Omar Bongo, padre di Ali, rimasto al potere per 41 anni, fino alla morte nel 2009. “Non sarà a 73 anni che il signor Ping comincerà la carriera da democratico che non ha intrapreso finora” ha detto Bongo.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo