ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Russia 2018, Santos: "Portogallo distratto, presi due gol inspiegabili"

Sport

Russia 2018, Santos: "Portogallo distratto, presi due gol inspiegabili"

Pubblicità

La sconfitta del Portogallo campione d’Europa è stata l’unica sorpresa delle prime gare di qualificazione a Russia 2018. In Svizzera i lusitani, battuti 2-0 senza Cristiano Ronaldo, hanno rimediato il primo ko sotto la gestione di Fernando Santos, subentrato a Paolo Bento nel settembre del 2014.

“Quando sono diventato ct due anni fa – ha ricordato Santos – il Portogallo aveva appena perso una partita. Poi ne abbiamo vinto sette e ci siamo qualificati agli Europei come primi. Penso che nel primo tempo, soprattutto all’inizio, le cose siano andate bene. Poi però abbiamo lasciato totalmente il centrocampo ai nostri avversari e l’abbiamo pagata cara. I due goal che abbiamo preso sono a mio modo di vedere inspiegabili ed hanno compromesso la nostra partita, anche perchè in avanti non siamo stati precisi”.

Tra un mese la prima occasione di riscatto. Il 7 ottobre il Portogallo tornerà in campo contro Andorra, mentre il 10 sarà impegnato in casa delle Far Oer. Più impegnativo il calendario della Francia. La nazionale di Deschamps, bloccata sullo 0-0 in Bielorussia, se la vedrà con la Bulgaria prima di fare visita all’Olanda.

La partita più attesa è però quella tra Italia e Spagna, capoliste del gruppo G, che il 6 ottobre si affronteranno allo Juventus Stadium. Tre giorni dopo gli azzurri saranno impegnati a Skopje contro la Macedonia, mentre le Furie Rosse giocheranno contro l’Albania di De Biasi.

Doppio impegno casalingo per la Germania, reduce dal facile 3-0 in Norvegia. I campioni del mondo torneranno in campo l’8 e 11 ottobre contro Repubblica Ceca e Irlanda del Nord. Saranno invece Malta e Slovenia le prossime avversarie dell’Inghilterra di Sam Allardyce, che domenica scorsa ha trovato 3 punti insperati in Slovacchia grazie alla rete di Lallana al 95’.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo