ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Gabon nel caos. Parlamento in fiamme dopo la rielezione di Ali Bongo

mondo

Gabon nel caos. Parlamento in fiamme dopo la rielezione di Ali Bongo

Pubblicità

I sostenitori di Jean Ping per le strade di Libreville, il Parlamento preso d’assalto dall’opposizione e dato alle fiamme.

Il Gabon vive ore di tensione dopo l’annuncio della Commissione Elettorale che ha convalidato la rielezione del Presidente uscente Ali Bongo. Lo sfidante Jean Ping e il suo entourage denunciano l’intervento della polizia che avrebbe aperto il fuoco e fatto diversi morti.

I giornalisti dell’agenzia stampa Afp presenti nella capitale del Paese africano hanno confermato che almeno 6 persone sono state ricoverate con ferite d’arma da fuoco. Jean Ping ha inoltre dichiarato all’Afp che il quartier generale del suo partito, il Fronte unito dell’opposizione per l’alternanza (FUOPA), è stato preso d’assalto dalle forze di sicurezza.

Secondo la Commissione Elettorale il Presidente uscente Ali Bongo, 57 anni, figlio di Omar Bongo alla guida del Paese per 40 anni prima di passargli il testimone, è stato rieletto per un secondo mandato di 7 anni con il 49,80% delle preferenze.

Il suo rivale, Jean Ping, ha ricoperto incarichi di primo piano per 30 anni sotto la presidenza di Omar Bongo. Entrato in conflitto con il Partito Democratico del Gabon (PDG) due anni fa, ne esce per unificare le forze d’opposizione. Si sarebbe fermato al 48,23% delle preferenze. La Francia, ex-potenza coloniale, ha chiesto di pubblicare i risultati di tutti i 2.500 seggi elettorali.

Qui sotto il video realizzato dall’Afp in cui è visibile il Parlamento in fiamme:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo