ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Accoltellamento a Londra, arrestato un giovane con problemi mentali

mondo

Accoltellamento a Londra, arrestato un giovane con problemi mentali

Pubblicità

È un ragazzo di 19 anni con problemi mentali la persona arrestata dalla polizia di Londra e sospettato d’essere il responsabile dell’accoltellamento di 6 persone. La polizia non esclude tuttavia che il terrorismo possa essere il movente dell’attacco avvenuto in tarda serata a Russell Square. Una donna di 60 anni è morta a seguito delle ferite riportate.

Mark Rowley, Commissario della Polizia Metropolitana: “I primissimi elementi d’indagine suggeriscono che i disturbi mentali siano il principale fattore scatenante. Ma ovviamente a questo stadio dell’inchiesta restano aperte altre piste e dunque anche il terrorismo è tra le motivazioni tenute in considerazione” ha detto in conferenza stampa.

Le forze dell’ordine sono intervenute nella piazza poco distante dal British Museum verso le 22.40. Russell Square è tra l’altro uno dei luoghi colpiti dagli attentati del 7 luglio 2005.

Gli agenti hanno neutralizzato con i Teaser, le pistole a scarica elettrica, il giovane che è poi stato arrestato. La sola vittima dell’attacco è stata soccorsa sul luogo del delitto ma è deceduta prima di poter essere trasportata in ospedale.

Saranno ora le indagini a determinare la dinamica e confermare le esatte circostanze dell’attacco. Attacco che avviene nel giorno stesso in cui le autorità britanniche avevano annunciato un incremento del numero di agenti armati in servizio per le strade della capitale, alla luce dei recenti attentati messi a punto in tutta Europa. Da 600 a 2.800 unità, secondo quanto indicato dal capo della polizia metropolitana e dal sindaco Sadiq Khan.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo