ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Massacro a Dallas: parla il capo della polizia

mondo

Massacro a Dallas: parla il capo della polizia

Pubblicità

Identificato uno dei killer di Dallas. Era Micah Xavier Johnson, 25 anni, ucciso dalla polizia. Si tratta di un giovane incensurato riservista dell’esercito statunitense.

Un’azione coordinata con fucili e triangolazioni da posizioni elevate in diversi punti del centro cittadino, un’operazione militare ben organizzata quella che racconta David Brown, il capo della polizia di Dallas che in conferenza stampa cerca di attenersi ai fatti. ‘‘Non possiamo metterci nella testa di qualcuno che abbia fatto una cosa del genere. Abbiamo negoziato con questa persona. Sembrava lucida. Ma voleva uccidere degli agenti. E ha manifestato intenzione di uccidere gente bianca. Agenti bianchi. Ha mostrato rabbia per la campagna “black lives matter”. Niente di tutto questo ha senso. Niente giustifica il fatto di fare del male ad altri. Il resto sono solo speculazioni su quelle che potevano essere le sue motivazioni. Sappiamo quello che ci ha detto. Quello che ha raccontato ai negoziatori”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo