ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Iraq: da milizie sciite ripetute violenze contro i civili sunniti di Fallujah

mondo

Iraq: da milizie sciite ripetute violenze contro i civili sunniti di Fallujah

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

50.000 persone sono intrappolate dalla battaglia in corso Fallujah e la Croce Rossa internazionale chiede l’istituzione urgente di un corridoio umanitario. Chi riesce a fuggire dalla città irachena a maggioranza sunnita in mano all’Isil, teme le milizie sciite che avanzano con l’esercito iracheno.

Testimoni raccontano di sunniti sepolti vivi dai combattenti sciiti, mentre nel sud di Fallujah, sottratto all’Isil, è stata rinvenuta una fossa comune con più di 400 cadaveri.

“Non c‘è alcuna considerazione per la popolazione – dice Um Mohannad, una madre che è riuscita a mettersi in salvo – Abbiamo chiesto di andare via, ma non ci permettevano di partire”.

Nel campo rifugiati di Amiriyat Al Fallujah, la Croce Rossa distribuisce generi di prima necessità alle 4200 persone che sono riuscite a fuggire dai combattimenti percorrendo a piedi 30 chilometri.

Le famiglie che riescono a mettersi in salvo da rappresaglie e bombardamenti descrivono una città sotto attacco tre diverse direzioni.

“Sappiamo che in migliaia sono bloccati nel centro della città di Fallujah e non possono fuggire – spiega Malek Baklouti, responsabile della Croce Rossa nella provincia di Anbar – La situazione umanitaria e medica si sta deteriorando e questo è estremamente preoccupante”.

I miliziani dello Stato islamico avrebbero trasferito migliaia di famiglie ancora intrappolate a Fallujah verso il centro della città, per creare una “zona cuscinetto” tra loro e le forze irachene che stanno avanzando nell’area urbana della roccaforte jihadista.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo