ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria, Mosca sugli attacchi dell'Isil: "una prova della fragilità della regione"

mondo

Siria, Mosca sugli attacchi dell'Isil: "una prova della fragilità della regione"

Pubblicità

Preoccupazione è stata espressa dalla Russia per gli attacchi terroristici in Siria rivendicati dallo Stato Islamico. Sette attacchi suicidi avvenuti in simultanea hanno fatto almeno 120 vittime nella provincia costiera di Latakia. Una prova, per il Cremlino, “della fragilità della situazione nella regione”.

L’Isil ha voluto lanciare un messaggio anche a Mosca che nel settembre 2015 è intervenuta militarmente in Siria accanto allo storico alleato Assad stabilendo il suo quartier generale proprio nella base aerea di Latakia. Una serie di nuovi raid contro postazioni jihadiste erano stati annunciati a breve dalla Russia.

Nel mirino sono finite state due città costiere nella provincia di Latakia: Jableh e Tartus che si trova 60 chilometri più a sud. Entrambe sono a maggioranza alawita e per questo considerate fedeli al regime di Assad. È la prima volta che il feudo di Assad viene colpito così duramente.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo