ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa: transgender, Obama 'impone' direttiva contro discriminazione a scuola

mondo

Usa: transgender, Obama 'impone' direttiva contro discriminazione a scuola

Pubblicità

L’amministrazione Obama ‘impone’ alle scuole di garantire i diritti degli studenti transgender e negli Stati Uniti scoppia la battaglia delle toillette.

La decisione della Casa Bianca segue la legge della North Carolina che obbliga i transgender a usare i bagni pubblici corrispondenti al sesso registrato alla nascita.

Il documento, invece, stabilisce che gli istituti trattino gli alunni in accordo con la loro identità di genere. L’amministrazione Obama fa riferimento ad una legge del 1972 che vieta l’uso di fondi federali per le scuole che compiono discriminazioni basate sul sesso, precisando che il divieto di discriminazioni sessuali si estende allo status di transgender e scatenando l’ira dei repubblicani.

“Dice che ha intenzione di sospendere i finanziamenti alle scuole che non rispetteranno la direttiva – spiega Dan Patrick, presidente del Senato del Texas – Bene, in Texas può tenersi i suoi 30 denari. Noi non cederemo al ricatto del presidente degli Stati Uniti”.

Oltre alla North Carolina, misure controverse sono state prese anche in Mississippi, Tennessee e Kansas e il tema è entrato nella campagna elettorale per le presidenziali.

Il numero dei transessuali è sconosciuto. Secondo alcune stime rappresenterebbero sino all’1% della popolazione statunitense.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo