ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marocco, un nuovo mercato per l'industria aerospaziale

Il Marocco è riuscito a farsi un nome nel mondo dell'aeronautica e dell'aviazione. Diverse aziende internazionali negli ultimi anni hanno scelto di investire proprio in questo Paese.

Lettura in corso:

Marocco, un nuovo mercato per l'industria aerospaziale

Dimensioni di testo Aa Aa

L’industria aeronautica del Marocco è diventata molto competitiva in Europa. Negli ultimi anni il settore ha registrato una crescita del 25%, creando migliaia di nuovi posti di lavoro e un centro di formazione professionale d’avanguardia. Finora oltre 100 aziende europee e americane hanno scelto il Paese come base per il loro business. E per la prima volta al meeting di Seattle dello scorso aprile erano presenti anche i vertici di quattro importanti società marocchine

“Si tratta di un settore con una fiorente attività, Non possiamo permettere che un un paese con una grande volontà di industrializzazione come il Marocco sia assente in questo settore. Dobbiamo fare forti investimenti e fare passi in avanti in modo concreto.” ci spiega il Ministro dell’Industria del Commercio, dell’Investimento e dell’Economia digitale Moulay Hafid El Alamy.

Il Summit di Seattle sul settore aerospaziale e della difesa è un evento che ogni anno riunisce i big del settore, con conferenze a tema e incontri one-to-one. Il Forum è stato una grande opportunità per il Marocco per promuovere le sue attività e per evidenziare il rafforzamento del settore delle tecnologie. Settore questo che si sta imponendo su larga scala anche grazie a una vera e propria strategia di rinnovamento industriale. “Il Marocco ha molto da offrire nel settore delle competenze anche grazie ai numerosi centri di eccellenza e di ricerca. Quello che possiamo offrire è la vicinanza alle principali basi europee. Siamo a 48 ore di camion da Tolosa, cuore del trasporto aereo in Europa”, sottolinea Hamid Benbrahim EL Andaloussi, Presidente di GIMAS.

Per rendere le aziende aerospaziali ancora più competitive e per soddisfare le esigenze delle case costruttrici di aeromobili, il Marocco ha istituito l’IMA l’istituto per l’aeronautica. “L’IMA è un’esperienza unica perché permette veramente a una società che vuole investire in Marocco di scegliere la tipologia dei lavoratori e richiedere una formazione specifica, in modo che questi siano preparati ai massimi livelli. Il tutto per essere operativi nel più breve tempo possibile secondo quanto richiesto dall’azienda che vuole investire qui nel nostro Paese”, dichiara Philippe Hoste, General Manager di Precimetal.

L’Istituto “IMA” ha il compito di assicurare personale di qualità nel settore delle attività aerospaziali (operatori, tecnici e quadri) oltre a corsi di aggiornamento. Secondo gli ultimi dati più di 600 giovani, dopo aver studiato all’IMA, sono riusciti subito ad inserirsi nel mercato del lavoro. “Abbiamo aperto questo Istituto in collaborazione con il governo e con l’aiuto di importanti industrie, lo gestiamo per conto dello Stato. Molti giovani vengono mandati qui per conto delle imprese. Svolgono sei-otto mesi di formazione”, prosegue il Presidente di GIMAS.

La Matis Aerospace è stata fondata nel 2001 da Boeing, Labinal e Royal Air Maroc. L’azienda produce cablaggi elettrici per i Boeing 737, 777 ma anche motori per elicotteri e per gli Airbus A320, con un fatturato di circa 60 milioni di euro all’anno. “Matis Aerospace si sta espandendo come parte di un piano di crescita concordato tra i soci, anche in vista dell’aumento delle spese di Boeing, responsabile della creazione di 400 nuovi posti di lavoro. Attualmente l’impianto di Matis Aerospace è stata ampliato ulteriormente. Vantiamo quasi 13 mila metri quadrati nella provincia di Nouasser”, fa notare Abdelghani Errahmani, Presidente di Matis Aerospace.

A Seattle Matis Aerospace quest’anno ha vinto il premio per l’eccellenza delle prestazioni e per le consegne puntuali. Segno di qualità, garanzia e affidabilità.