ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terremoto in Ecuador: l'Onu distribuisce i kit di assistenza alimentare

La comunità internazionale si mobilita per l’Ecuador, dopo il sisma del 16 aprile che ha fatto 602 vittime. Il programma alimentare mondiale dell’Onu

Lettura in corso:

Terremoto in Ecuador: l'Onu distribuisce i kit di assistenza alimentare

Dimensioni di testo Aa Aa

La comunità internazionale si mobilita per l’Ecuador, dopo il sisma del 16 aprile che ha fatto 602 vittime. Il programma alimentare mondiale dell’Onu ha iniziato a distribuire i kit di assistenza alimentare d’emergenza nelle città più colpite come quella costiera di Manta, nella provincia di Manabí, dove le persone non hanno più nulla.

“Qui non c‘è acqua, elettricità, non ci sono scorte alimentari, tutto è stato danneggiato, non ci sono automobili per spostarsi, i bambini non hanno né latte né vestiti, quasi tutte le case sono crollate”, dice Mariana Mendez.

L’Onu vuole fornire in tre mesi assistenza alimentare a 260mila persone. Mobilitato anche un team di emergenza per determinare le condizioni di sicurezza alimentare e umanitaria:

“Siamo ora a Manta, epicentro del disastro. Il governo dell’Ecuador, in sinergia con l’esercito e con il Programma alimentare mondiale dell’Onu, sta cercando di aiutare la popolazione nelle aree più vulnerabili. Ci stiamo adesso concentrando nei rifugi e negli ospedali ma nelle prossime settimane raggiungeremo centinaia di migliaia di persone. C‘è ancora molto lavoro da fare”, spiega Alejandro Chicheri, portavoce del Programma alimentare mondiale.

Oltre 20mila gli sfollati, 130 persone sono ancora disperse. Secondo l’Unicef, 150mila bambini sono stati colpiti dal terremoto di magnitudo 7.8, il più forte degli ultimi 40 anni.