ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dieselgate, il governo tedesco ordina di richiamare 630mila auto

Oltre 600mila auto da richiamare. Non era soltanto Volkswagen a non dichiarare il vero in quanto a emissioni inquinanti. Il dieselgate si allarga

Lettura in corso:

Dieselgate, il governo tedesco ordina di richiamare 630mila auto

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre 600mila auto da richiamare. Non era soltanto Volkswagen a non dichiarare il vero in quanto a emissioni inquinanti.

Il dieselgate si allarga anche ad altre case. E’ quanto emerso dall’esito dei test che ha fatto condurre il governo tedesco in seguito allo scandalo scoppiato lo scorso settembre.

Opel, Porsche, Audi, Mercedes e la stessa Volkawagen dovranno modificare il software che gestisce le emissioni dei motori diesel.

“I produttori richiameranno volontariamente le auto. In totale sono 630mila vetture prodotte in Europa”, ha detto il ministro dei Trasporti tedesco Alexander Dobrindt.

Volkswagen ora piange lacrime amare. Il gruppo ha chiuso il suo primo bilancio annuale in perdita dal 1993 e ha dovuto mettere in conto accantonamenti più alti.

“Le ripercussioni negative sui risultati operativi del nostro gruppo saranno di circa 16,2 miliardi”, ha dichiarato l’amministratore delegato Matthias Mueller.

Volkswagen ha appena raggiunto un accordo sul risarcimento danni per circa 600 mila veicoli commercializzati negli Stati Uniti.

Ma la storia sembra non finire mai. E oggi è stata un’altra giornata da dimenticare per il mondo dell’auto. Che ha pagato caro in Borsa: il settore ha perso il 3,5% circa del valore.