This content is not available in your region

Cina: la ripresa si avvicina (ma forse è "dopata")

Access to the comments Commenti
Di Diego Giuliani
Cina: la ripresa si avvicina (ma forse è "dopata")

<p>Lo si legge anche tra le righe del comunicato con cui l’Ufficio statistico cinese parla di “segnali positivi” associati a “pressioni al ribasso”: la frenata della seconda economia mondiale potrebbe essere a fine corsa, ma già si affaccia il dubbio che all’orizzonte si prospetti una ripresa “dopata”. </p> <p><blockquote class="twitter-tweet" data-partner="tweetdeck"><p lang="en" dir="ltr">China's GDP growth the slowest since 2009 <a href="https://t.co/DcFKIztVwy">https://t.co/DcFKIztVwy</a> <a href="https://t.co/HGIS5O8hLZ">pic.twitter.com/HGIS5O8hLZ</a></p>— Reuters TV (@ReutersTV) <a href="https://twitter.com/ReutersTV/status/720895383438798848">April 15, 2016</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script></p> <p>Un <span class="caps">PIL</span> al primo trimestre, a + 6,7%su base annua fotografa la più lenta crescita dal 2009 ma racconta solo una parte della storia. L’altra parla di segnali positivi sul fronte di attività industriale, investimenti e consumi, come in passato, alimentati però a colpi di debito e non di riforme strutturali.</p>