ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo Volkswagen, la Commissione Ue chiede rimborsi per i clienti europei

Nel caso Volkswagen, Bruxelles è dalla parte dei consumatori. La Commissione Ue ha già fatto presente all’azienda tedesca la necessità di rimborsare

Lettura in corso:

Scandalo Volkswagen, la Commissione Ue chiede rimborsi per i clienti europei

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel caso Volkswagen, Bruxelles è dalla parte dei consumatori. La Commissione Ue ha già fatto presente all’azienda tedesca la necessità di rimborsare i clienti dei veicoli europei colpiti dallo scandalo del diesel truccato. E’ per questa ragione che la responsabile europea ai trasporti ha incontrato nella capitale belga l’Amministratore Delegato del gruppo.

Ha dato un riassunto delle tematiche al centro della riunione la portavoce della Commissaria Bienkowska:“Per prima cosa abbiamo bisogno di conoscere il numero esatto di veicoli e modelli interessati dallo scandalo. Poi vorremmo essere messi al corrente sul tipo di misure adottate per ripristinare la regolarità e infine, vi è anche una questione che sta molto a cuore di questa Commissione, e cioè la necessità di procedere al rimborso dei consumatori europei, al pari di quelli statunitensi”.

La Commissione Juncker lavora al momento anche a un nuovo regolamento sul monitoraggio delle emissioni automoblistiche. L’esecutivo si è anche proposto di assumere sotto la propria responsabilità il monitoraggio delle performance ambientali delle auto. Decisione che una volta approvata permetterebbe ad esempio alla Commissione di procedere a ispezioni a sopresa nei confronti delle varie aziende europee.

Alle iniziative dell’esecutivo Juncker si unisce anche la decisione del Parlamento europeo di istituire una commissione d’inchiesta sullo scandalo Volkswagen, alla quale spetterà di inadagare sul ruolo dell’esecutivo Barroso, accusato di essere a conoscenza del caso e di non aver messo in atto misure correttive.