ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran, oltre 30 anni di sanzioni e di isolamento internazionale

E’ durato oltre dieci anni il negoziato che ha portato a revocare le sanzioni internazionali contro l’Iran. Definito “storico”, l’accordo basato sui

Lettura in corso:

Iran, oltre 30 anni di sanzioni e di isolamento internazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ durato oltre dieci anni il negoziato che ha portato a revocare le sanzioni internazionali contro l’Iran. Definito “storico”, l’accordo basato sui controlli internazionali del programma nucleare mette fine a oltre 30 anni di restrizioni.

La crisi comincia nel 1979 con la rivoluzione islamica a cui segue l’assalto all’ambasciata Usa e la presa degli ostaggi: le relazioni diplomatiche tra Washington e Teheran si interrompono bruscamente.

Gli Stati Uniti impongono sanzioni che congelano beni dell’Iran e impediscono gli scambi commerciali con il Paese.

Un secondo round di sanzioni arriva nel 1995. Stavolta a essere colpito è il petrolio. L’Iran è inserito nella lista nera dei Paesi che sostengono il terrorismo. Le sanzioni si inaspriscono: nessuno può comprare il petrolio da Teheran le imprese straniere non possono investire nell’industria persiana del greggio.

Le relazioni peggiorano ulteriormente con l’elezione di Mahmoud Ahmadinejad nel 2005.
Il programma nucleare iraniano, che era stato sospeso, viene rimesso in moto. Il nuovo presidente rifiuta di cedere e ostacola il lavoro degli ispettori inviati dal Consiglio di Sicurezza dell’Onu.
A partire dal 2006 l’Iran rimane isolato a livello internazionale.

Tra il 2006 e il 2008, mentre gli Stati Uniti inaspriscono ancora le misure, arrivano le risoluzioni delle Nazioni Unite e le sanzioni da parte dell’Unione europea.

L’economia iraniana comincia a risentire pesantemente dell’embargo. Ma, nonostante la situazione del Paese, nel 2009 Ahmadinejad è rieletto e rimane sulle sue posizioni. Le sanzioni sono estese anche alla finanza e alle banche.

Beni congelati, nuove sanzioni commerciali, embargo sul petrolio: l’intera economia dell’Iran è colpita.

Il Paese oggi è in festa. C‘è la speranza che l’economia si risollevi. Ma i problemi sembrano non finire mai. Gli Stati Uniti hanno appena imposto nuove sanzioni legate stavolta al programma per i missili balistici.