ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Calais: 125 nuovi containers per 1500 profughi ma il sogno resta il Regno Unito

1500 migranti passeranno al caldo quel che resta dell’inverno. Siamo a Calais, nel nord della Francia, dove sono stati ultimati 125 containers. Una

Lettura in corso:

Calais: 125 nuovi containers per 1500 profughi ma il sogno resta il Regno Unito

Dimensioni di testo Aa Aa

1500 migranti passeranno al caldo quel che resta dell’inverno. Siamo a Calais, nel nord della Francia, dove sono stati ultimati 125 containers. Una sistemazione di 40 circa metri quadrati in cui hanno accesso prioritario le famiglie con i figli. Un’alternativa dignitosa alla ribattezzata “giungla”, la tendopoli in cui vivono circa quattromila profughi.

“Si tratta di un campo temporaneo, dopo i profughi troveranno accoglienza in Francia. Il nostro obiettivo è di dar vita a un processo di integrazione nella società francese”, spiega Nicolas Pauliac, capo della missione per la prefettura di Calais.

Nonostante le condizioni drammatiche della tendopoli,per i migranti non è questa la soluzione. Il loro sogno resta quello di attraversare la Manica per raggiungere il Regno Unito.

“Stare qui nelle tende o in un container per me è la stessa cosa. Voglio chiedere asilo politico nel Regno Unito”, dice un giovane siriano.

Questo campo è visto come un affronto dai residenti della zona che hanno appreso la notizia dal giornale locale e si sentono dimenticati. “Siamo costretti a partire. Non è normale. I politici non fanno niente”, dice Noël Lebrun del Collettivo “Les Oubliés”.

I migranti cercano in tutti modi, sfidando la morte, di passare in ogni modo l’Eurotunnel: a piedi o nascondendosi sui tir e nei furgoni. Calais per loro è solo una sosta, anche se lunga. La meta è il Regno Unito.