ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: indipendentisti contro Felipe VI: "dal re barricata costituzionale"

I partiti tradizionali spagnoli – bastonati alle elezioni politiche – plaudono al discorso di Felipe VI. Il loro ridimensionamento senza precedenti

Lettura in corso:

Spagna: indipendentisti contro Felipe VI: "dal re barricata costituzionale"

Dimensioni di testo Aa Aa

I partiti tradizionali spagnoli – bastonati alle elezioni politiche – plaudono al discorso di Felipe VI. Il loro ridimensionamento senza precedenti accresce l’autorità del re che si trova a dover risolvere il rebus governo.

Il leader di Podemos, Pablo Iglesias, condivide solo la descrizione di una Spagna diversa e plurale, mentre i nazionalisti catalani e baschi parlano di tentativo di soffocare le aspirazioni indipendentiste.

“Il capo dello Stato presenta, anche se indirettamente, la questione catalana come un’imposizione da parte di una sola persona – replica il Presidente della Catalogna, Artur Mas – Noi siamo il 16% della popolazione e, anche se non abbiamo una posizione unanime sul tema dell’indipendenza e sulla costruzione di uno Stato, affermiamo però il desiderio di costruire un futuro migliore”.

“Crediamo che abbia perso un’opportunità – dice il leader dei nazionalisti baschi, Aitor Esteban – Ha dato la sensazione di voler far risuonare il suo messaggio come una sorta di minaccia e ha invocato questa specie di protezione, altrimenti detta catenaccio costituzionale”.

Le prossime settimane saranno decisive per le aspirazioni autonomiste. L’eventuale ingresso al governo di Podemos potrebbe rinnovare il braccio di ferro tra Madrid e Barcellona. Pablo Iglesias pone come condizione per un accordo con i socialisti, un referendum sull’indipendenza della Catalogna.