ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Philae iniziava la missione sulla cometa un anno fa

Era il 12 novembre del 2014 quando il piccolo robot Philae, dopo aver viaggiato per 10 anni agganciato alla sonda Rosetta, scendeva sulla superficie

Lettura in corso:

Philae iniziava la missione sulla cometa un anno fa

Dimensioni di testo Aa Aa

Era il 12 novembre del 2014 quando il piccolo robot Philae, dopo aver viaggiato per 10 anni agganciato alla sonda Rosetta, scendeva sulla superficie della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko.

Point of view

Claudio Rosmino: "L'atterraggio di Philae? Un'esplosione di gioia come per la finale dei mondiali di calcio"

Malgrado l’atterraggio rocambolesco,è stata una prima assoluta nella storia spaziale. Che euronews ha seguito da vicino.
Il robot è rimbalzato almeno 4 volte, per fermarsi infine in una posizione che non è stata localizzata con precisione.

Claudio Rosmino, euronews:

“È stata un’esplosione di gioia come per la fine di una finale dei mondiali di calcio. Tutti si sono abbracciati, urlavano, c’era molta emozione. È stato un momento significativo anche da un punto di vista professionale, per tutti i ricercatori si è trattato di raggiungere un obiettivo perseguito da 20 anni”.

Dopo aver mandato segnali per 72 ore, come previsto, il robot si è spento.

Tra le conferme importanti, quella che riguarda la presenza s’acqua nelle comete.
Altra scoperta interessante come spiega questa ricercatrice dell’Esa:

Kathrin Altwegg, ricercatrice Esa:

“La presenza di ossigeno molecolare, non ce l’aspettavamo. E questo dato ci dice molto su come questo materiale si è formato e da dove viene”.

Nel luglio di quest’anno, il robot Philae ha nuovamente dato segni di vita, ma in breve tempo le comunicazioni si sono interrotte ancora una volta.
La sonda madre si è riavvicinata alla cometa e la finestra di ascolto rimarrà aperta ancora per qualche settimana.

“Cosa succederà adesso? Se Philae è in buone condizioni, potrà darci ancora dati importanti, lo vedremo nelle prossime settimane, la finestra di possibilità durerà fino a fine gennaio.
Dopo di che, la palla passa nuovamente a Rosetta, che farà quello che si potrà ancora fare per quanto riguarda la missione.
E poi, c‘è il grande momento, il momento più simbolico della missione, quando Rosetta si poserà sulla cometa per una fase ancora operativa”.