ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sciolte le Camere, Spagna al voto il 20 dicembre

Il parlamento spagnolo è giunto alla fine del suo mandato e il governo ha fissato le elezioni al 20 dicembre prossimo. Anche se il partito popolare

Lettura in corso:

Sciolte le Camere, Spagna al voto il 20 dicembre

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento spagnolo è giunto alla fine del suo mandato e il governo ha fissato le elezioni al 20 dicembre prossimo. Anche se il partito popolare del premier Mariano Rajoy è dato in testa ai sondaggi, saranno elezioni combattute a causa della presenza di nuovi partiti emergenti, come Podemos e Ciudadanos.

“Uno dei mandati legislativi più intensi della nostra democrazia – ha detto Rajoy – si conclude e sono orgoglioso nel dire che il nostro Paese ha mostrato energia e una straordinaria abilità a superare una situazione difficile in tempi record”.

Rajoy allude alla crisi economica, che ha rappresentato la priorità dell’azione del governo. Il secondo tema in ordine d’importanza è stato lo strappo indipendentista della Catalogna.

“Non posso ammettere – ha aggiunto Rajoy – un referendum che intende liquidare la sovranità nazionale. Questo non può essere deciso da alcune prsone in una sola parte della Spagna. Deve essere deciso dalla Nazione nella sua interezza”.

Nello stesso giorno dello scioglimento delle Cortes, il parlamento catalano ha eletto la sua presidente: è Carme Forcadell, numero due della lista unitaria Junts Pel Sí che ha vinto le recenti elezioni. Il suo saluto è stato chiaro: “Viva il popolo sovrano e viva la Repubblica catalana”.
Una sfida al governo centrale che dovrà però passare attraverso la formazione di un esecutivo regionale, per il quale gli indipendentisti hanno bisogno di stringere alleanze che al momento non appaiono facili.