ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Germania si moltiplicano attacchi a centri migranti. Praga accusata dall'Onu di violazione dei diritti umani

Il ministro degli interni tedesco Thomas De Maiziere ha visitato in Baviera il centro di Bamberg. Si tratta di un campo di rifugiati provenienti dai

Lettura in corso:

In Germania si moltiplicano attacchi a centri migranti. Praga accusata dall'Onu di violazione dei diritti umani

Dimensioni di testo Aa Aa

Il ministro degli interni tedesco Thomas De Maiziere ha visitato in Baviera il centro di Bamberg.

Si tratta di un campo di rifugiati provenienti dai Balcani. Un gesto, quello del ministro, atteso per due motivi: nelle ultime settimane si sono moltiplicati gli atti dell’estrema destra contro i centri di prima accoglienza e luoghi dove vivono migranti, fra cui Bamberg appunto. De Maiziere ha però anche voluto riprendere un vecchio cavallo di battaglia dei conservatori, affermando che “solo chi corre davvero il rischio di essere perseguitato dovrebbe avere il diritto di restare, di integrarsi, di apprendere la lingua e avere un lavoro. Quelli che però, pur cercando comprensibilmente di avere una vita migliore, non hanno il diritto di stare qui, dovrebbero lasciare il paese”.

E finora da Bamberg sono partite, perché espulse, o perché hanno accettato volontariamente di tornare nei paesi d’origine, diverse decine di persone.

Diversa la situazione della repubblica ceca, accusata dalle Nazioni Unite di commettere sistematiche violazioni dei diritti umani.
Praga manterrebbe i migranti fino a 90 giorni in queste strutture sottraendo loro denaro per pagare la loro stessa detenzione. In genere 250 corone al giorno, una decina di euro. Accuse rispedite al mittente dai cechi che invece rivendicano continui sforzi per migliorare le condizioni dei propri centri di accoglienza.