ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pistorius: primo giorno ai domiciliari

Primo giorno agli arresti domiciliari per Oscar Pistorius, uscito dal carcere ieri per trascorrere quattro anni di reclusione nella villa dello zio

Lettura in corso:

Pistorius: primo giorno ai domiciliari

Dimensioni di testo Aa Aa

Primo giorno agli arresti domiciliari per Oscar Pistorius, uscito dal carcere ieri per trascorrere quattro anni di reclusione nella villa dello zio.
L’atleta sudafricano, condannato il 21 ottobre 2014 a cinque anni per omicidio involontario, non ottenne la scorsa estate i benefici previsti per la buona condotta, ma viene assegnato a residenza ora:

“È importante sottolineare che Oscar non ha ottenuto alcuno sconto di pena – dice la portavoce della famiglia -: sta semplicemente iniziando a scontare la seconda parte della pena, nel rispetto delle strette condizioni imposte dalle autorità correzionali e sotto la loro supervisione”.

Una decisione, quella di concedergli i domiciliari, prevista dalla legge ma apprezzata in modi diversi dai residenti di Pretoria:

“È un giorno triste per la giustizia, per il sistema giudiziario del Sud Africa e stabilisce un precedente negativo”

“Qualunque cosa abbia fatto imparerà da quell’errore. Quindi credo che gli debba essere data una seconda possibilità”.

Pistorius uccise con un colpo di pistola la propria fidanzata, la modella Reeva Steenkamp, il 14 febbraio del 2014. Scambiandola per un ladro, secondo la difesa. Intenzionalmente, secondo l’accusa. La sentenza dello scorso anno riconobbe la non intenzionalità. Il 3 novembre si avvierà però il processo d’appello, chiesto dal Pubblico Ministero.