ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice a 4 a Parigi: progressi verso la stabilità dell'Ucraina

Il summit a 4 sull’Ucraina tenutosi a Parigi sembra aver raggiunto qualche risultato. I leader di Kiev e Mosca, riuniti con François Hollande e

Lettura in corso:

Vertice a 4 a Parigi: progressi verso la stabilità dell'Ucraina

Dimensioni di testo Aa Aa

Il summit a 4 sull’Ucraina tenutosi a Parigi sembra aver raggiunto qualche risultato. I leader di Kiev e Mosca, riuniti con François Hollande e Angela Merkel, si sarebbero impegnati a garantire l’immediato avvio del ritiro dell’artigleria leggera e la prospettiva di un processo simile per le armi pesanti nell’est, oltre a un accesso libero e sicuro per gli osservatori dell’Osce in tutto il Paese.

“Le elezioni che erano previste il 18 ottobre – ha aggiunto Hollande – secondo noi non potranno avere luogo finché non rispondono alle condizioni che abbiamo posto ma allo stesso tempo è necessario che delle elezioni vengano organizzate e per far ciò, una legge elettorale deve essere votata”.

Per il presidente francese, ora il cessate il fuoco è generalmente rispettato, una condizione necessaria perché Mosca possa sperare nella fine delle sanzioni europee nei suoi confronti.

“Questa giornata è stata molto importante – ha affermato la cancelliera tedesca Angela Merkel – perché abbiamo avuto intense discussioni su ogni passo necessario. È sempre così: bisogna rivedere il processo. È stato così dopo Minsk e sarà così dopo Parigi. Ottieni garanzie solo a cose fatte.”

“Il summit del cosiddetto ‘Formato Normandia’ ha consolidato i progressi verso la stabilizzazione dell’Est dell’Ucraina – osserva Andrei Beketov, inviato di euronews a Parigi – ma rimangono molte incertezze sulle elezioni locali. Comunque le opportunità della Russia di ottenere dall’Unione europea un alleggerimento delle sanzioni alla fine dell’anno sono aumentate.”