ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: frustrazione e delusione sulle elezioni anticipate

É tempo di elezioni in Turchia e la stampa nazionale annuncia a gran voce la decisione del presidente Recep Tayyip Erdogan, che lunedí ha

Lettura in corso:

Turchia: frustrazione e delusione sulle elezioni anticipate

Dimensioni di testo Aa Aa

É tempo di elezioni in Turchia e la stampa nazionale annuncia a gran voce la decisione del presidente Recep Tayyip Erdogan, che lunedí ha ufficialmente indetto il voto anticipato.

La data prevista per il suffragio è ancora incerta. Una possibilità potrebbe essere domenica 1 di novembre, giornata che segue il 29 ottobre, Festa della Repubblica.

“Non sono ottimista sui risultati delle elezioni – dice Sezai Serin, di Ankara -. Non credo che il risultato cambierà qualcosa. Credo invece aumenterà l’incertezza, troppo premature. Sarebbe stato meglio non aver preso questa decisione di andare al voto.”

“Credo che le elezioni adesso abbiano un senso – pensa invece Mustafa Kemal Erginay -. Non sarà facile. Questa volta si pagherà il prezzo per non aver formato un governo di coalizione, si troverà un punto d’incontro, uniti per la Turchia.”

La Turchia è in stallo politico dalle elezioni del 7 giugno che hanno visto il Partito dell’AKP perdere la maggioranza assoluta, detenuta dal 2002 e costretto Erdogan a trovare un partner per continuare a governare, ma invano.

I negoziati con l’opposizione non hanno funzionato e la situazione di stallo politico si è aggravata con la crisi della sicurezza provocata dai nuovi combattimenti tra l’esercito e i ribelli del Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK).