ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: 2000 sbarchi nel weekend, una nave come centro di accoglienza

Lunedì mattina la spiaggia di Kos accoglie un gruppo di giovani siriani. Come loro, nel weekend, oltre 2000 persone sono riuscite nelle traversata

Lettura in corso:

Grecia: 2000 sbarchi nel weekend, una nave come centro di accoglienza

Dimensioni di testo Aa Aa

Lunedì mattina la spiaggia di Kos accoglie un gruppo di giovani siriani. Come loro, nel weekend, oltre 2000 persone sono riuscite nelle traversata che dalla Turchia conduce in Grecia, attraverso l’Egeo orientale.

L’agenzia dell’Onu per i rifugiati stima che, nel 2015, 124.000 persone hanno raggiunto la Grecia.

“Finalmente siamo in Grecia”, dice Reis. “Siamo stanchi molto stanchi – aggiunge Mustafa – quattro ore o più”.

“Sì, la traversata è durata 4 ore”, conclude Reis.

L’afflusso di oltre 7mila migranti su un’isola di 33mila abitanti ha costretto all’intervento il governo greco che ha trasformato un traghetto da 2500 passeggeri in un centro di accoglienza provvisorio. Una soluzione inedita per rispondere alle tensioni dei giorni scorsi con la popolazione locale.

“Veniamo dalla Siria – dice Mahmoud – Lì c‘è una brutta guerra e così siamo venuti qui. Proseguiremo verso l’Europa, in Germania. Grazie al vostro Paese. Grazie”.

Migliaia di persone sono accampate in tende, edifici abbandonati e altri rifugi di fortuna. La pressione dei flussi migratori sulle isole dell’Egeo è insostenibile, le autorità greche hanno rilasciato 1.000 documenti di viaggio provvisori per affrontare l’emergenza.