ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incendi nel nord del Portogallo e della Spagna: caldo e siccità favoriscono i roghi

Una serie di incendi lambiscono il Portogallo e la Spagna. Oltre 300 vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme che sono divampate nella

Lettura in corso:

Incendi nel nord del Portogallo e della Spagna: caldo e siccità favoriscono i roghi

Dimensioni di testo Aa Aa

Una serie di incendi lambiscono il Portogallo e la Spagna. Oltre 300 vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme che sono divampate nella foresta di Mangualde, circa 80 chilometri a sud-est di Porto. Un uomo è stato arrestato con l’accusa di incendio doloso. Oltre mille pompieri sono al lavoro per spegnere i tredici roghi ancora attivi, la situazione più critica si registra nel nord del Portogallo, secondo la Protezione Civile. Vento, alte temperature fino a 40 gradi e siccità, sono una combinazione negativa e favoriscono il propagarsi delle fiamme.Dall’inizio del 2015 fino alla fine di luglio, gli incendi in Portogallo hanno consumato quasi 30mila ettari di vegetazione, secondo l’Istituto per la natura e la conservazione delle foresta.

L’incendio boschivo più grande è quello di Vila Nova de Cerveira, nel distretto di Viana do Castelo, nel nord del Portogallo, dove sono al lavoro centinaia di pompieri.

Emergenza incendi anche nel nord della Spagna. Da lunedì notte le fiamme sono divampate nell’area adiacente il villaggio di Vilarino in Galizia. L’incendio minaccia le abitazioni, dopo aver distrutto centinaia di ettari di vegetazione. I residenti sono scesi in strada per aiutare i vigili del fuoco a domare i roghi.