ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurotunnel: l'odissea quotidiana di camionisti, turisti e migranti

Pugno durissimo di David Cameron per bloccare l’ondata di immigrati illegali che da Calais cerca di arrivare in Inghilterra via l’eurotunnel. Visto

Lettura in corso:

Eurotunnel: l'odissea quotidiana di camionisti, turisti e migranti

Dimensioni di testo Aa Aa

Pugno durissimo di David Cameron per bloccare l’ondata di immigrati illegali che da Calais cerca di arrivare in Inghilterra via l’eurotunnel.

Visto che la Francia, secondo il premier britannico, non sembra in grado di affrontare l’emergenza, Downing Street, secondo progetti rivelati dai media britannici, intende aumentare la sorveglianza con più uomini e più barriere.

Gli immigrati accampati in Francia, in una tendopoli chiamata la Giungla, poco lontano dalle rotaie del treno, fanno di tutto per salire sui convogli. E vivono in condizioni disumane: “Sono malato da tempo dice quest’uomo, ma in ospedale accettano solo una ventina di persone al giorno e se arrivi in ritardo non ti curano”.

La zona è anche funestata dagli scioperi di questi giorni da parte di lavoratori che rischiano il loro posto e che con manifestazioni stanno rendendo impossibile il passaggio a turisti e camionisti.

Un autista esprime la propria preoccupazione di fronte all’insipienza delle autorità e di chi sta aspettando la tragedia per fini politici: “Aspettano che muoia un camionista. E se una di queste persone che cercano di salire a bordo fosse armata?”

Come se non bastasse la crisi ha reso impossibile la circolazione nel Kent, a nord della Manica dove a causa dei controlli il traffico è paralizzato da settimane ed è totalmente ingestibile.