ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mykonos, i turisti assicurano la circolazione della liquidità

Le file davanti le banche di Atene, diventate il simbolo della crisi greca non si vedono a Mykonos. Sull’isola più famosa del Mar Egeo, i turisti

Lettura in corso:

Mykonos, i turisti assicurano la circolazione della liquidità

Dimensioni di testo Aa Aa

Le file davanti le banche di Atene, diventate il simbolo della crisi greca non si vedono a Mykonos. Sull’isola più famosa del Mar Egeo, i turisti continuano ad arrivare come ogni estate.

Il controllo dei capitali, certo, è arrivato anche qui, ma i residenti possono contare sugli stranieri che non essendo sottopsosti a limiti di prelievo, allievano l’economia locale.

“Non abbiamo paura, ma abbiamo comunque presodelle misure di precauzione.
Sulle navi ci sono i bancomat, quindi possiamo ritirare denaro contante da usare in quei negozi o attività che non accettano le carte di credito” racconta una turista venezuelana.

I commercianti di Mykonos per ora contano sul turismo per andare avanti e sperano che la situazione ritorni presto alla normalità. Come spiega la proprietaria di un negozio di souvenir :“Chiediamo che le persone paghino in monete, o comunque la cifra esatta in contatti. Almeno fin quando le banche non riapriranno. Sono tutti molto comprensivi. Per ora non abbiamo problemi”.

Dopo la certificazione dell’arretrato di pagamento al Fondo Monetario Internazionale le trattative tra Atene e i creditori europei sono ferme. In attesa della ripresa dei negoziati a Mykonos, la crisi è poco più di un’eco.