ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Master class sul Bosforo con Lone Scherfig

Lettura in corso:

Master class sul Bosforo con Lone Scherfig

Dimensioni di testo Aa Aa

Qualche giorno fa c’era anche lei sul Bosforo, la piu’ nota regista europea, la danese Lone Scherfig. Ha tenuto una master class al disastrato

Qualche giorno fa c’era anche lei sul Bosforo,
la piu’ nota regista europea, la danese Lone
Scherfig. Ha tenuto una master class al disastrato Istanbul Film Festival di quest’anno. Scherfig è stata acclamata dalla critica internazionale per tanti film fra cui “An Education” storia di una adolescente che mentre si prepara ad entrare all’Università di Oxford incontra un seducente uomo maturo. Il film interpretato da Carey Mulligan e Peter Sarsgaard aveva avuto 3 nomination agli oscar nel 2010. Ma qual è l’approccio di questa regista con i suoi attori?

Lone Scherfig, regista: “Ho una sorella che è direttore di scena e mi ha insegnato alcuni trucchi di regia fra cui conoscere il lavoro degli attori, quello che pensano, a volte si lascia che modellino da soli la loro parte visto che sono persone responsabili e vogliono dare una buona prestazione. Ho lavorato con centinaia di attori, rispetto il loro mestiere e il loro coraggio, questo è già un buon inizio”.

Alla metà degli anni Novanta Scherfig faceva parte della pattuglia dell’avanguardia cinematografica danese Dogme 95 capitanata da Lars von Trier e Thomas Vinterberg .

Cosa ha spiegato del fare cinema in un momento in cui tutti con un telefonino girano i loro clip?

Lone Scherfig, regista: “Se fossi giovane oggi farei lo stesso girando film semplicemente col cellulare e con la gioia di poter condividere le immagini, condividendo gioie e dolori ma vengo da una tradizione piu’ classica in cui hai bisogno di una macchina da presa piu’ grande e una troupe maggiore per lavorare anche se le cose diventano piu’ leggere nel corso del tempo.
Se si ha memoria della nostra eredità classica e la si adopera per fare qualcosa che ha una sua dinamica tecnica diversa allora va bene. Il nostro linguaggio cinematografico sta cambiando in modo sorpredente in questi anni ma bisogna fare di tutto affinchè l’arte si mantenga tale anche se tutti devono poter girare film”.

“Posh” è l’ultimo film di Lone Scherfig che ha riscosso successo in tutto il mondo. Il plot narra le assurdità dei club accademici britannici come l’immaginario Riot di Oxford. I nuovi ammessi sono Miles e Alistair, entrambi di ottima famiglia ma molto diversi: Miles è tollerante, di mentalità aperta. Alistair vive nell’ombra del fratello maggiore Sebastian, mitico ex presidente del Riot Club, e si abbandona a lunghe tirate contro la borghesia.

Lone Scherfig, regista: “In effetti, la sfida più grande è decidere se il film deve avere un forte messaggio politico o se debba affidarsi ad un andamento che turbi meno il pubblico, lo lasci piu’ in armonia. Questa è la più grande sfida che avevamo davanti ed abbiamo optato per un finale imprevedibile e più politico che il pubblcio poteva recepire”.

“Posh” esce adesso in Canada e Stati Uniti ed è disonibile anche in DVD. La Scherfig sta lavorando adesso su una commedia romantica intitolata “Their Finest Hour and a Half “ con la bond girl Gemma Arterton vista in “Quantum of Solace”.