ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Addio a Eduardo Galeano, lo scrittore anti-regime, che cantò la poesia del calcio

A lungo in prima linea contro le dittature in Sudamerica, l'autore di "Le vene aperte dell'America Latina" si è spento a 74 anni nella sua Montevideo

Lettura in corso:

Addio a Eduardo Galeano, lo scrittore anti-regime, che cantò la poesia del calcio

Dimensioni di testo Aa Aa

Giornalista e scrittore, che aveva cantato la poesia del calcio e denunciato i regimi sudamericani che l’avevano costretto all’esilio in Argentina prima e in Spagna poi, Eduardo Galeano è morto a Montevideo a 74 anni.

Politicamente impegnato fin dalla più tenera età e autore del celebre “Le vene aperte dell’America Latina” – a lungo bandito dal suo stesso Uruguay per la sua denuncia dello sfruttamento sudamericano da parte delle potenze del primo mondo – è ricordato dagli sportivi anche per il suo “Splendori e miserie del gioco del calcio”.

Innumerevoli le testimonianze d’affetto che sono rimbalzate su Twitter, nelle ore immediatamente successive l’annuncio del suo decesso. Ai fan che postano citazioni dei suoi libri, i media replicano provando a inquadrare in poche parole un autore che sfuggiva a ogni catalogazione. La sintesi di Repubblica si concentra sulla sua instancabile testimonianza di un continente, quello sudamericano, che descriveva come “depredato” dalla colonizzazione dei Paesi ricchi.