ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuova proposta sul PNR europeo al Parlamento europeo

Il Parlamento europeo fa un passo avanti per sbloccare il complesso dibattito sul registro europeo dei passeggeri aerei, una misura anti-terrorismo

Lettura in corso:

Nuova proposta sul PNR europeo al Parlamento europeo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Parlamento europeo fa un passo avanti per sbloccare il complesso dibattito sul registro europeo dei passeggeri aerei, una misura anti-terrorismo che consentirebbe di raccogliere dati personali dei passeggeri aerei per identificare il percorso di possibili sospetti. Per proteggere la privacy il relatore ha proposto ora di ridurre a 30 giorni la conservazione di dati delicati, ma di analizzare tutti i voli anche quelli interni nell’Unione europea.

Timothy Kirkhope, eurodeputato conservatore britannico:
“I terroristi non scelgono voli diretti, ma prefericono voli indiretti, in qualche modo possiamo seguire le tracce, e mi compiaccio, ma è molto difficile, con il registro dei passeggeri aerei potrebbe essere molto piu’ facile per le autorità seguire persone sospette”

Nonostante le modifiche i verdi al Parlamento europeo continuano ad essere contrari alla raccolta di un gran numero di dati, perché le autorità hanno dimostrato di essere incapaci di gestire dati che avevano su criminali già noti, come sottolinea l’olandese Judith Sargentini:

“I terroristi che hanno attaccato Charlie Hebdo, quello di Toulouse, l’attentatore del museo ebraico a Bruxelles, e 10 anni fà colui che nella mia città Amsterdam uccise Theo van Gogh, erano tutte persone note alle autorità! Per favore seguite loro invece di mettere i nostri dati in un computer”.

Margherita Sforza, euronews:
“Per l’approvazione di un registro europeo dei passageri aerei sarà determinante il dialogo tra le tre instituzioni, Parlamento, Commissione e Consiglio che rappresenta i stati membri. La commissione europea potrebbe presentare solo allora una proposta per sbloccare le trattative, ma le discussioni potrebbero continuare ancora a lungo”