ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il governo Tsipras al via (ma con l'incognita Greci Indipendenti)

Unico portafoglio ottenuto dai partner di governo è quello della Difesa. Alle Finanze un feroce critico dell'austerity che si definisce un "marxista occasionale"

Lettura in corso:

Il governo Tsipras al via (ma con l'incognita Greci Indipendenti)

Dimensioni di testo Aa Aa

Snella, tutta al maschile e unita dalla comune lotta all’austerity. Alexis Tsipras presenta la sua squadra di governo, ma già al momento del giuramento si consuma un primo scisma, con il leader dei Greci Indipendenti a guidare il manipolo di coloro che preferiscono la formula religiosa.

Un dettaglio messo in ombra dalla nomina alle Finanze di Yanis Varoufakis, feroce critico delle politiche di rigore, che di sé parla come di un “economista per caso” e di un “marxista occasionale”, ma che riaffiora subito nei suoi primi commenti su altre e più sostanziali questioni.

“Negoziare è un lavoro complesso – dice Yanis Varoufakis ai nostri microfoni – e con i nostri partner di governo cominceremo subito a farlo. E anche a decidere, ovviamente. La vera sfida è però ridurre al minimo i costi sociali non indispensabili, in tutta Europa”.

Su internet il blog a cui Varoufakis affida (in inglese) le sue riflessioni sull'economia e la politica.

A dire fuori dai denti che quello con Syriza è un matrimonio d’interesse è poi lo stesso leader dei Greci Indipendenti, Panos Kammenos. Nominato Ministro della difesa, il solo esponente del partito minoritario di governo parla addirittura di un “sostegno à la carte”.

“Non approveremo tutte le politiche di Syriza – dice -, ma solo quelle su cui siamo d’accordo. Sosterremo questo governo sui temi che abbiamo concordato”.

Se per il resto Tsipras dovrà sperare nel sostegno esterno che potrebbero offrirgli To Potàmi e Comunisti, il corrispondente di euronews ad Atene, Stamatis Giannisis, sottolinea un altro elemento di possibile fragilità.

“Numerosi esponenti del nuovo esecutivo greco hanno molto poca o nessuna esperienza governativa, ma in questi tempi difficili per il Paese dovranno subito raccogliere la sfida”.