ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: parlamento vota per la fine della neutralità

Il parlamento ucraino ha votato una legge che sancisce la fine dello status del paese come non-allineato. Un primo passo verso il probabile ingresso

Lettura in corso:

Ucraina: parlamento vota per la fine della neutralità

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento ucraino ha votato una legge che sancisce la fine dello status del paese come non-allineato. Un primo passo verso il probabile ingresso nell’Alleanza Atlantica. I deputati dell’assemblea hanno votato quasi all’unanimità. Appena 56 su 303 hanno detto di no alla fine della neutralità.

Il presidente Poroshenko ha già annunciato un referedum per l’ingresso nella Nato.

Finora la neutralità era una pietra angolare della politica nazionale, ma questa neutralità non sarebbe più in grado di assicurare la sicurezza del paese, secondo i sostenitori del provvedimento.

“Abbiamo preso la giusta direzione. Stiamo raggiugendo il nostro obiettivo”, sostiene un deputato.

Chi è contrario, ritiene però che queste siano scelte scriteriate che condurranno solo a una escalation e a sempre maggiori tensioni con ampi territori dell’Ucraina orientale. “Non avremmo dovuto abolire la nostra neutralità”, dice un oppositore.

“Malgrado questa abolizione tuttavia, l’ingresso nella Nato non sarà automatico”, spiega la nostra corrispondente. “Ci sono determinati criteri che debbono essere riempiti. Dal punto di vista logistico le forze armate ucraine devono ottemperare a certi standard e comunque gli altri paesi della Nato dovranno votare per sapere se Kiev ha un posto all’interno dell’Alleanza”.

I primi volontari ucraini tuttavia, si sono sono già presentati. Questa è la prima di una delle tre fasi di un piano di reclutamento per i nuovi effettivi delle forze armate nazionali.

01’‘23 END.