ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca non gradisce il voto di Kiev per un'Ucraina di nuovo "allineata"

Non è ovviamente piaciuto alla Russia il voto di Kiev. Secondo il ministro degli esteri di Mosca, Serguei Lavrov, questo è un atto ostile e va nella

Lettura in corso:

Mosca non gradisce il voto di Kiev per un'Ucraina di nuovo "allineata"

Dimensioni di testo Aa Aa

Non è ovviamente piaciuto alla Russia il voto di Kiev. Secondo il ministro degli esteri di Mosca, Serguei Lavrov, questo è un atto ostile e va nella direzione opposta a riannodare i rapporti fra i due paesi alla luce degli eventi in Ucraina orientale: “Questa legge è controproducente. L’Ucraina crede che con l’ingresso nella Nato possa risolvere la profonda crisi in cui si trova il paese. Ma così non è. Questa crisi interna non farà che aggravarsi con questa legge”.

Mosca vede ovviamente come una minaccia un altro possibile paese Nato alle porte di casa. Lo stesso premier Dmitri Medvedev ha scritto sulla sua pagina ufficiale di Facebook, che quest’ingresso renderebbe l’Ucraina un paese potenzialmente nemico della Russia. Una situazione a cui Mosca dovrebbe reagire.