ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'auto da mille miglia orarie

Lettura in corso:

L'auto da mille miglia orarie

Dimensioni di testo Aa Aa

Un pezzo dopo l’altro, in un laboratorio britannico, prende forma l’auto più veloce del mondo. Si chiama Bloodhound SSC ed è pensata per raggiungere le mille miglia all’ora.

Al volante c‘è l’attuale detentore del record mondiale di velocità, il pilota militare Andy Green.

“L’abitacolo della Bloodhound Super Sonic Car è il mio ufficio da 1000 miglia all’ora” racconta Green illustrando l’auto in costruzione. “Il volante in titanio è stato stampato in 3d su misura per le mie mani. Abbiamo tre schermi a cristalli liquidi e due strumenti prodotti da Rolex, il tachimetro e l’orologio con cronometro. La loro precisione è essenziale per quello che facciamo.”

Mark Chapman, Chief Engineer, Bloodhound

“Ci sono tre motori: uno da jet, uno a razzo e un motore d’auto” aggiunge il capo del team di ingegneri, Mark Chapman. “La struttura è di acciaio perché è molto resistente e molto forte. È una macchina molto complicata, ma bella.”

Il team intende anche di essere fonte d’ispirazione per i giovani ingegneri.
Per questo, qui niente è segreto.

  • Bloodhound SSC

    The team

  • Andy Green

  • Richard Noble and Andy Green

  • Richard Noble

  • Bloodhound SSC chasis

  • The cockpit

Jeremy Wilks, euronews: “Una delle cose più notevoli di questo progetto è che tutti i dati e i disegni su come è stata prodotta l’auto e come sarà guidata vengono condivisi su internet, gratis.”

Nello spirito della condivisione di informazioni open source, il team di Bloodhound visita centinaia di scuole ogni anno.

Questo intento educativo si deve all’ex detentore del record di velocità Richard Noble, che dirige il progetto.

“La Gran Bretagna ha bisogno di 100.000 nuovi ingegneri ogni anno” afferma Noble “e il sistema accademico ne sforna solo 30.000, quindi è un problema molto serio e ha origine fin dalle scuole elementari. C‘è bisogno di entusiasmare i ragazzi fin dalla più giovane età.”

Un’auto da 135.000 cavalli, che può andare più veloce di un jet da combattimento, è decisamente un progetto degno di nota. E nessuno è più interessato del guidatore.

Andy Green assicura: “Lavoro con la squadra migliore al mondo; ingegneri che stanno risolvendo problemi mai risolti prima. L’anno prossimo e quello successivo testeremo e svilupperemo quest’auto e cominceremo a guidarla per le prove. E allo stesso tempo dobbiamo trasmettere il messaggio e condividere l’avventura in tempo reale con il pubblico di tutto il mondo per dare l’esempio alla nuova generazione.”

Entro un anno Bloodhound SSC dovrebbe essere pronta per andare in Sudafrica e dare l’assalto al record delle mille miglia all’ora.