ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La patente unica europea

Lettura in corso:

La patente unica europea

Dimensioni di testo Aa Aa

Heinz da Vienna ci invia una domanda scritta. “Ho letto che dal 2013 nei Paesi Europei saranno rilasciate patenti dello stesso formato”, chiede. “E’ vero? Visto che mi trasferirò dall’Austria in Germania, cosa accadrà alla mia patente austriaca?”

Risponde Frederik François, responsabile comunicazione di Europe Direct.
“Sì, un nuovo modello armonizzato di patente europea sarà rilasciato dai Paesi membri a partire dal 19 gennaio 2013. Questo modello uguale per tutti punta a facilitare ulteriormente il libero movimento dei cittadini all’interno dell’Unione Europea”.

“La nuova patente ha la forma di una carta di credito e sarà valida per 10, 15 anni per tutti gli automobilisti dei Paesi membri. Gli Stati devono garantire che tutte le patenti attualmente in circolazione saranno conformi al nuovo modello entro il 2033 al massimo. Non è necessario rifare l’esame e le abilitazioni ottenute non decadranno”.

“Chi ha già una patente, deve seguire le regole applicate nel proprio Paese di residenza per quanto riguarda il passaggio al nuovo modello unico europeo. Se ci si trasferisce in un altro Stato membro non è necessario cambiare la propria patente con quella locale, visto che tutti i permessi sono riconosciuti all’interno dell’Unione Europea”.

“Chi invece dovesse cambiare la propria residenza in seguito a un trasferimento, allora dovrà rifare la patente, ma solo quando la vecchia sia scaduta. Se si possiede una patente a vita, ma la residenza in un altro Paese europeo, il Paese ospite può esigere il cambio della patente con quella locale dopo due anni. Allora sarete soggetti alle stesse regole dei cittadini di quel Paese, per quanto riguarda il periodo di validità, i controlli medici e altro”.

Per maggiori informazioni sull’Unione Europea chiamate lo 00 800 6 7 8 9 10 11 o visitate il sito europa.eu/youreurope.

Se anche voi volete fare una domanda, cliccate sul tasto in basso.