ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cure sanitarie transfrontaliere, come ottenere i rimborsi?

Lettura in corso:

Cure sanitarie transfrontaliere, come ottenere i rimborsi?

Dimensioni di testo Aa Aa

Domanda inviata sul nostro sito da Thomas, Bruxelles:“Sono polacco, ma al momento vivo e lavoro in Belgio. Quest’estate vorrei sottopormi a una cura dentale in Polonia? Come posso farmi rimborsare le spese?”.

Risponde Luisa Laranjo, Communication Officer, Europe Direct:“In base alle regole europee per la previdenza sociale: condizioni, procedure e rimborsi dipendono se il trattamento medico a cui ci si è sottoposti in un altro Paese europeo è svolto da un ospedale o da un’altra struttura. Per delle cure dentali svolte in strutture ospedaliere senza precedente autorizzazione dalla propria cassa sanitaria, il rimborso spetterà al Paese estero ai tassi previsti per quella cura dallo Stato d’origine. Se, invece, si ottiene un’autorizzazione dalla cassa sanitaria, il rimborso sarà erogato dal Paese di provenienza ai tassi più convenienti.
Se si ha intenzione di sottoporsi a cure dentali programmate, è sempre meglio chiedere l’autorizzazione alla propria cassa sanitaria prima di partire. In questo modo si potrà essere rimborsati ai tassi più convenienti presenti, ad esempio in questo caso Polonia o Belgio, sulla base dei costi avuti. In caso contrario la cassa potrebbe rifiutare il rimborso.Una volta autorizzati a curarvi in un altro ospedale europeo, dovreste accedere alle stesse cure e agli stessi prezzi dei cittadini di quel Paese”.

Per maggiori informazioni sull’Ue, chiamate lo 00 800 6 7 8 9 10 11 o andate sul sito: europa.eu/youreurope

Se volete fare anche voi la vostra domanda, cliccate qui: