ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Europa e indipendentismo

Lettura in corso:

Europa e indipendentismo

Dimensioni di testo Aa Aa

Josep, Catalogna:

“Secondo la maggior parte delle indagini, l’indipendentismo sta crescendo in alcune cosiddette ‘nazioni senza Stato’ dell’Unione europea, come Scozia, Catalogna, Paesi Baschi e Fiandre. L’Europa le riconoscerà come Stati?”

Kris Deschouwer, professore di scienze politiche presso la Libera Università di Bruxelles:

“La questione non è al primo posto tra i problemi dell’Unione europea. L’unione europea è l’unione di Stati membri e quel che accade all’interno di questi Stati membri è prima di tutto un problema di questi Stati membri. Se si vogliono riorganizzare internamente possono farlo. Ora, se uno di questi nuovi Stati diventa indipendente solo allora diventerà una questione per l’Unione Europea. L’Unione europea allora dovrà decidere se questo nuovo Stato potrà o meno aggiungersi e per far questo ci sono procedure classiche, dobbiamo verificare se possono seguire, e realizzare il cosiddetto acquis comunitario, se possono diventare membro a pieno titolo dell’unione europea e potenzialmente aderire alla zona Euro.

Posso immaginare che la Spagna potrebbe non essere troppo felice di vedere la Scozia diventare indipendente o il Regno Unito non troppo felice di vedere la Catalogna diventare indipendente. Diciamo che altri Stati membri potrebbero avere il timore che la cosa diventi contagiosa e se può funzionare in un Paese, può funzionare anche in altri ma è, diciamo, una questione politica degli Stati membri e non è una questione dell’Unione europea”.

Se anche voi volete fare una domanda, visitate il nostro sito internet alla voce u talk.