This content is not available in your region

La ricetta di Dubai per un futuro sostenibile

euronews_icons_loading
La ricetta di Dubai per un futuro sostenibile
Diritti d'autore  euronews   -   Credit: Dubai
Di Sarah Hedley Hymers
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Emirati Arabi Uniti importano l'87 per cento del loro fabbisogno alimentare, ma l'agricoltura idroponica potrebbe aiutare a costruire un futuro più sostenibile e a preparare piatti più freschi e più gustosi. ​​

Atlantis, The Palm è un hotel che si impegna a inserire prodotti di provenienza locale nel menu di Dubai. Attualmente, otto dei suoi ristoranti presentano ingredienti coltivati a una distanza raggiungibile in pochi minuti in auto.

Raymond Wong, Chef de Cuisine presso la Seafire Steakhouse dell'Atlantis, fa parte del team che crea la nuova selezione di piatti sostenibili del resort.

Credit: Dubai
Lo chef Raymond WongCredit: Dubai

"L'obiettivo è avere cinque diversi prodotti di provenienza locale sul menu di tutti i 23 ristoranti dell'Atlantis, The Palm entro la fine di quest'anno", svela Wong.

I piatti della Seafire Steakhouse realizzati con ingredienti locali includono un risotto ai funghi preparato con funghi raccolti a mano localmente e un carpaccio di salmone con barbabietola biologica, un sughetto a base di cetrioli provenienti dalle Green Fields Farms, azienda con sede negli Emirati Arabi Uniti, e per concludere croccanti frammenti di pane arabo.

Credit: Dubai
Il salmone della Seafire SteakhouseCredit: Dubai

Atlantis, The Palm compra il salmone da Fish Farm, un allevamento marino situato a Jebel Ali, che si è dato come missione di ridurre la dipendenza degli Emirati dal pesce importato, fornendo agli acquirenti un prodotto più fresco.

Credit: Dubai
Atlantis, the PalmCredit: Dubai

"Il salmone allevato localmente è così fresco, quando arriva da noi, che ha bisogno di tempo per riposare", dice Wong.

A fornire le verdure a foglia del resort sono la vicina Oasis Greens e Uns Farm, ad Al Quoz, due delle fattorie idroponiche di Dubai con una politica di pesticidi zero, che utilizzano il 90 per cento di acqua in meno rispetto ai metodi di coltivazione tradizionali.

Wong sostiene che "Se acquistate localmente, le microerbe e le foglie di insalata durano molto più a lungo prima di iniziare ad appassire, e il loro sapore è spettacolare", aggiunge Wong.

La spinta alla sostenibilità di Atlantis fa sì che piatti con ingredienti di provenienza locale siano inseriti nel menu di Bread Street Kitchen & Bar, Hakkasan, Ronda Locatelli, Nobu, Wavehouse, White Restaurant e The Shore.

Kelly Timmins, direttore alla conservazione, educazione e csr presso Atlantis, The Palm, commenta: “La sostenibilità è un viaggio, e per arrivarci abbiamo bisogno del coinvolgimento della nostra comunità. Un obiettivo chiave per Atlantis, The Palm è quello di aumentare il nostro uso di fornitori e venditori locali come parte del nostro impegno a dare stimolo all'economia locale".