PUBBLICITÀ

Contenuto pubblicitario

 Department of Tourism and Commerce Marketing Dubai
Il termine "Partner Content" viene utilizzato per descrivere il contenuto del marchio che viene pagato e controllato dall'inserzionista piuttosto che dal team editoriale di Euronews. Questo contenuto è prodotto dai dipartimenti commerciali e non coinvolge lo staff editoriale di Euronews o i giornalisti della redazione. Il partner finanziatore ha il controllo degli argomenti, del contenuto e dell'approvazione finale in collaborazione con il dipartimento di produzione commerciale di Euronews.
Contenuto pubblicitario
Il termine "Partner Content" viene utilizzato per descrivere il contenuto del marchio che viene pagato e controllato dall'inserzionista piuttosto che dal team editoriale di Euronews. Questo contenuto è prodotto dai dipartimenti commerciali e non coinvolge lo staff editoriale di Euronews o i giornalisti della redazione. Il partner finanziatore ha il controllo degli argomenti, del contenuto e dell'approvazione finale in collaborazione con il dipartimento di produzione commerciale di Euronews.
Department of Tourism and Commerce Marketing Dubai

Hans Zimmer porta il suo tour a Dubai: "Ho il miglior gruppo possibile"

Hans Zimmer porta il suo tour a Dubai: "Ho il miglior gruppo possibile"
Diritti d'autore  euronews   -   Credit: Dubai

Hans Zimmer, leggendario compositore di colonne sonore e produttore musicale di Hollywood, si esibirà per la prima volta a Dubai con il suo Hans Zimmer Live Tour. Parlando con Euronews ha detto che il publico deve attendersi uno spettacolo "un po' diverso dal solito". Zimmer può contare su un supergruppo: "Con me c'è Lisa Gerrard dei Dead Can Dance. C'è Lebo M, la voce del Re Leone. C'è il mio chitarrista preferito, Guthrie Govan. E potrebbe esserci Johnny Marr".

Zimmer ha lavorato in oltre 150 film nel corso della sua carriera, tra cui "Il Gladiatore", "Black Hawk Down", "Interstellar", "Rain Man", "Dune" e "Il Re Leone". Le colonne sonore degli ultimi due gli sono valsi altrettanti Oscar. Zimmer ha al suo attivo anche tre Golden Globe e quattro Grammy.

PUBBLICITÀ

Il nuovo spettacolo presenterà arrangiamenti appositamente rivisitati di alcune delle colonne sonore più popolari dei suoi film più famosi. Zimmer è negli Emirati Arabi Uniti anche per lavorare al secondo capitolo di "Dune", diretto da Denis Villeneuve. "Tutti i registi vengono da te con una grande immaginazione, grandi progetti. Ti seducono e ti spingono a fare qualcosa. Hanno idee straordinarie, insomma - dice Zimmer -. Ma la cosa più importante di Denis è che, oltre a tutto questo, fa le cose con gentilezza".

Un altro regista con cui il musicista ha sviluppato una grande amicizia è Ridley Scott, regista di "Black Hawk Down", "Il Gladiatore" e "Thelma & Louise", di cui Zimmer ha composto la colonna sonora. "Ridley è un numero uno, è un artista. Quindi reagisce agli stimoli che gli arrivano da un altro artista. Mi lascia fare praticamente quello che voglio - dice Zimmer -. È una sorta di costante tentativo di provare qualcosa di nuovo, vediamo se funziona. E a volte non funziona. Voglio dire, è successo anche a noi".

A parte due settimane di lezioni di pianoforte all'età di sei anni, Zimmer è un autodidatta. Ha iniziato in una rock band e ha persino suonato le tastiere con Trevor Horn e i Buggles in "Video Killed the Radio Star", il primo video trasmesso su Mtv.

Nonostante l'illustre carriera di compositore cinematografico, dice che lavorare al programma di David Attenborough "Planet Earth" è la cosa più importante che abbia mai fatto: "David ci sta facendo ricordare che in realtà dovremmo essere innamorati di questo pianeta, che tutti noi condividiamo questo pianeta". A Euronews Zimmer ha detto anche di essere cresciuto nella Germania del dopoguerra in una famiglia ebrea. Ricorda di aver temuto un ritorno di fiamma dell'antisemitismo quando ha svelato dei dettagli sulla sua famiglia durante una conferenza stampa alla Berlinale del 1999, mentre promuoveva "La sottile linea rossa".

"In quell'occasione fu proiettato 'Gli ultimi giorni', un documentario sull'Olocausto - ricorda Zimmer -. Ero seduto accanto a Renee Firestone, che era uscita da Auschwitz all'età di 14 anni. Insomma, ero circondato da persone che erano tornate in Germania per la prima volta, ed ero spaventato. Ho detto: 'Beh, ho un rapporto strano con questo Paese, vengo da una famiglia ebrea'. Mia madre fuggì in Inghilterra e aveva un passaporto inglese. Mentre lo dicevo, improvvisamente ho pensato di avere fatto un terribile errore. Ho rivelato dettagli sulla mia famiglia e ho iniziato ad avere un attacco d'ansia. Ricordo che Renee Firestone mi prese la mano sotto il tavolo, perché si capiva che stavo avendo un piccolo crollo. Telefonai a mia madre e dissi: 'Ho fatto una cosa terribile. L'ho detto a tutti'. C'è stata una lunga pausa e lei ha detto: 'Sono molto orgogliosa di te'. Credo che sia stata l'unica volta che l'ha detto".

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ