Harris tweed e tintura a nodi: la natura ispira i produttori di tessuti di Scozia e Cina

Harris tweed e tintura a nodi: la natura ispira i produttori di tessuti di Scozia e Cina
Diritti d'autore  euronews
Di Paul Hackett

Nelle Ebridi Esterne, un gruppo di isolea al largo della costa occidentale della Scozia, sono i colori della flora locale a ispirare i produttori di Harris tweed. Nella Cina sudoccidentale, gli abitanti di Bai usano la radice di guado per tingere i loro abiti. Ai lati opposti del pianeta, gli artigiani combinano natura e tradizione per produrre capi di abbigliamento molto ricercati.

Harris Tweed, un tessuto ispirato dai paesaggi della Scozia

I colori dei paessaggi mozzafiato delle Ebridi Esterne della Scozia ispirano la lavorazione della lana che qui viene usata per produrre il tweed. Harris Tweed Hebrides è uno dei tre stabilimenti dell'isola."È 100% pura lana vergine - dice Calum Iain Macleod,responsabile della produzione e del design -. È l'unico materiale che possiamo usare per l'Harris Tweed. Non possiamo usare altre fibre straniere oltre alla lana al 100%".

Lo stabilimento produce oltre 50 colori di base. I vari colori di lana vengono mescolati per creare una serie infinita di combinazioni. La lana viene poi cardata e filata. Le regole per produrre l'Harris Tweed sono rigorose. Il tessuto deve essere tessuto a mano dagli abitanti delle Ebridi Esterne.

Una volta tessuto il tweed viene pulito e stirato, quindi è pronto per la certificazione. "Viene presentato alla Harris Tweed Authority, che lo autenticherà con il famoso logo a forma di sfera - spiega Calum -. Deve avere quel timbro per essere riconosciuto come Harris Tweed".

Gli abiti realizzati in Harris Tweed hanno un fascino mondiale. "Riceviamo visitatori da tutto il mondo e tutti conoscono l'Harris Tweed - dice David Galloway, commesso della Walker Slater Menswear di Edimburgo -. I visitatori dall'estero sono il cuore della nostra attività. Vogliono vestiti che durino. Sanno che li indosseranno per tutta la vita. Conoscono la storia che c'è dietro questo tessuto, il suo peso, il colore e tutto ciò che caratterizza l'Harris Tweed e la storia di questo marchio".

Le origini cinesi della tintura a nodi

Il villaggio di Zhoucheng si trova vicino alla città di Dali, nel sud-est della Cina. È la città natale della tintura a nodi Bai, una delle tre tecniche di stampa tradizionali che hanno origine nell'antica Cina. Combina una serie di abilità diverse per produrre disegni unici.

La radice di guado è il cuore del processo. I Bai ne estraggono un pigmento per la tintura. Il loro approccio è unico e prevede otto fasi: la legatura e la tintura sono le più importanti. "Nella tintura a nodi, la preparazione della tintura è il primo passo creativo - spiega Duan Yinkai, maestra di tintura Bai -. Poi viene la legatura. Bisogna mantenere i punti uniformi".

Euronews
La tintura a nodi è nata a Zhoucheng, nel sud-est della CinaEuronews

I disegni della tintura a nodi dei Bai sono ispirati alla natura. Ogni riga racconta una storia sull'ambiente che li circonda. Nell'ultima fase del processo si tagliano i punti e si rimuovono i fili, in modo da rivelare i disegni che erano nascosti tra i nodi. 

Bisogna fare attenzione: basta un piccolo errore per creare un buco che rovinerà l'intero pezzo. Con la tintura a nodi è impossibile prevedere il risultato, l'esito è imprevedibile: non si ottengono mai due modelli e colori esattamente uguali. "La tintura a nodi è come un parto - dice Duan -. Quando è nella pancia non puoi sapere come sarà il tuo bambino".