Lumaca gigante contro stella marina, lotta biologica per la barriera corallina

Lotta biologica nel fondo dell’oceano: lumaca gigante di mare contro stella marina velenosa. Perché? Per difendere la barriera corallina australiana. Minacciata dal riscaldamento dei mari, dall’inquinamento e soprattutto dall’ acanthaster planci : una stella marina, detta anche stella corona di spine, il cui diametro può arrivare a un metro, piena di spine velenose e che si nutre di coralli.

I ricercatori dell’Istituto australiano per la scienza marina hanno dimostrato che queste stelle marine hanno evitato le aree in cui era presente la charonia tritonis, una gigantesca lumaca marina detta anche tritone lucido, ricercata per la sua conchiglia, lunga anche 50 centimetri. Il governo australiano, sulla base di questa ricerca, ha finanziato un programma di allevamento massivo delle lumache giganti.

Le charonia tritonis presenti nei laboratori dell’istituto australiano per la scienza marina (AIMS) hanno deposto numerose uova che hanno dato origine a più di 100.000 larve durante il mese di agosto. Ma la conoscenza del loro ciclo di vita è ancora molto limitata. La ricerca si concentrerà ora sullo sviluppo delle larve. L’obiettivo finale è quello di liberare in mare i tritoni lucidi quando le stelle marine prolificano nelle barriere coralline.

Finora sono state utilizzate sostanze chimiche costose per neutralizzare l’acanthaster planci, potenzialmente danneggiando altri organismi marini.
Vedi l'originale