This content is not available in your region

La piccola Diana morta per gli stenti,ma servono ulteriori esami

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Il primo agosto accertamenti su presenza tranquillanti nel latte
Il primo agosto accertamenti su presenza tranquillanti nel latte

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 26 <span class="caps">LUG</span> – Dai primi esiti dell’autopsia sul<br /> corpo della piccola Diana, la bimba di un anno e mezzo lasciata<br /> dalla madre Alessia Pifferi per 6 giorni in casa a Milano da<br /> sola, non è emersa alcuna causa evidente della morte e, dunque,<br /> i medici, a quanto si è saputo, si sono riservati di fornire<br /> risposte più precise solo quando avranno a disposizione<br /> parametri certi dagli ulteriori accertamenti. Ossia, ci vorranno<br /> alcun settimane per una prima relazione degli esperti, nominati<br /> nell’inchiesta della Squadra mobile, coordinata dal pm di Milano<br /> Francesco De Tommasi. Sarà comunque difficile, da quanto si è appreso, individuare<br /> una causa precisa della morte avvenuta, già stando ai primi<br /> accertamenti, per stenti. Decisivi saranno, però, anche gli<br /> esiti delle analisi della Polizia scientifica sul latte del<br /> biberon, trovato accanto alla piccola, per accertare se contesse<br /> benzodiazepine (c’era una boccetta di tranquillante in casa)<br /> fatte assumere, questo è il sospetto, dalla 37enne alla figlia.<br /> Intanto, il quadro probatorio per la Procura è talmente solido<br /> che si arriverà probabilmente nei prossimi mesi ad una richiesta<br /> di processo con rito immediato per omicidio volontario<br /> pluriaggravato a carico della donna. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.