This content is not available in your region

L'estrema Destra può mantenere il suo slancio nella Francia rurale?

Access to the comments Commenti
Di Euronews
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Francois Mori/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.   -  

L'estrema Destra può mantenere il suo slancio nella Francia rurale?

La domanda è sulla bocca di tutti, alla vigilia delle elezioni parlamentari, in programma domenica.

Qui a Balagny-sur-Thérain, Marine Le Pen ha ottenuto il 70% dei voti al secondo turno delle elezioni presidenziali.

Il barbiere del villaggio è anche il sindaco: i suoi clienti-elettori si sentono dimenticati da Emmanuel Macron.

"Perché hanno votato per Macron? Perché ha eliminato la tassa sul patrimonio, ecco perché, ma noi non abbiamo un grande patrimonio, quindi...".

"Vorremmo che i politici si riunissero - dice PHILIPPE MARÉCHAL, SINDACO DI BALAGNY-SUR-THÉRAIN - e si preoccupassero della vita dei cittadini francesi piuttosto che delle grandi industrie, ci sentiamo piccoli".

L'Oise, a nord di Parigi, è uno dei 30 Dipartimenti che hanno scelto Marine Le Pen, lo scorso aprile.

Francois Mori/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoFrancois Mori/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Il suo partito nazionalista ha solo sei deputati e in genere soffre di una grande astensione alle elezioni legislative: questo giovane candidato è sceso in campo con la speranza di cambiare le cose.

"La gente - dice ALEXANDRE SABATOU, CANDIDATO ALLE ELEZIONI LEGISLATIVE - non vuole lasciare Macron senza controllo per altri cinque anni, quindi penso che avremo delle sorprese in termini di partecipazione, e che questa volta avremo in Parlamento una sessantina o addirittura un centinaio di deputati del Raggruppamento nazionale".

L'obiettivo del partito è quello di sconfiggere Pascal Bois, il deputato uscente del partito presidenziale.

Durante i dibattiti sul vaccino, la sua casa è stata incendiata da un gruppo che non aveva nulla a che fare con la Destra, tuttavia il deputato ha condannato l'ascesa dei radicali.

"Visto che si parla di estremismi - dice PASCAL BOIS, DEPUTATO USCENTE - c'è il Raggruppamento nazionale che dice apertamente di non volere necessariamente il potere.

Se non vogliono il potere, cosa vogliono? Fanno solo ostruzionismo, stanno marciando sulle preoccupazioni, sulle paure e rendono la nostra società totalmente ansiosa".

Secondo i sondaggi, il Raggruppamento nazionale potrebbe ottenere tra i 15 e i 45 dei 577 seggi dell'Assemblea nazionale: il partito presidenziale rimane il favorito, davanti alla coalizione di sinistra NUPES".