ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania, accordo Merkel-Seehofer: i dubbi delle opposizioni

Lettura in corso:

Germania, accordo Merkel-Seehofer: i dubbi delle opposizioni

Horst Seehofer con Angela Merkel
Dimensioni di testo Aa Aa

Un accordo fragile e arrivato in extremis, giusto in tempo per non far cadere la Grande coalizione costringendo così la Germania a nuove elezioni. Angela Merkel e Horst Seehofer hanno trovato un compromesso sulla politica migratoria che contiene misure controverse che garntiscono che i migranti già registrati in altri Paesi non entrino in Germania.

Protestano le opposizioni, i verdi e i liberali:

Katrin Goring-Eckhardt, leader dei Verdi teme che l'accordo possa essere solo dannoso: "Non solo è una grande delusione per me ma è la negazione di un'azione congiunta a livello europeo. Seehofer non ha vinto. Merkel non ha vinto. Ma la democrazia è stata danneggiata".

Christian Lindner, dell'FPD ritiene che il compromesso non sia così efficace come vogliono far credere: "Senza dubbio questa non è la grande svolta di cui i politici della CSU parlano oggi. Al massimo è solo un altro dei molti accessori necessari per mettere ordine alle migrazioni in Germania.".

Ma anche la SPD, partner in coalizione della CDU della Merkel, si interroga su quanto e come potrà convivere con gli alleati con un accordo simile sul tavolo.

"Siamo disponibili a continuare a lavorare e a sviluppare un'idea finale", dice Andrea Nahles, leader dell'SPD. "Come e quando questo accadrà, non posso dirlo ora".

L'accordo scontenta anche i vicini austriaci. Il governo di Vienna ha dichiarato che se il compromesso sarà convalidato dal governo tedesco, l'austria sarà costretta a prendere immediati provvedimenti