ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'amichevole Israele-Argentina annullata per motivi politici

Lettura in corso:

L'amichevole Israele-Argentina annullata per motivi politici

© Copyright :
REUTERS/Albert Gea
Dimensioni di testo Aa Aa

Alla fine non si giocherà. Dopo giorni di proteste e manifestazioni, l'Argentina ha deciso di annullare l'amichevole con Israele in programma sabato prossimo a Gerusalemme. Una partita che si era trasformata in un caso diplomatico. A dare la notizia è stata l'ambasciata israeliana in Argentina, che ha parlato di "minacce e provocazioni" contro il calciatore argentino Lionel Messi.

La federcalcio argentina (Afa) non ha fornito una motivazione ufficiale ma si tratta di una scelta chiaramente legata alle recenti proteste della comunità palestinese sia in Argentina che a Barcellona, dove l'albiceleste si trova in ritiro in vista del Mondiale.

Qualche giorno fa il presidente della federcalcio palestinese, il generale Jibril Rajoub, aveva invitato l'Argentina a non scendere in campo e in una lettera a Claudio Tapia, numero uno dell'Afa, aveva accusato Israele di usare la partita come uno "strumento politico". L'amichevole infatti era stata organizzata nell'ambito delle celebrazioni per il 70esimo anniversario dello Stato d'Israele.

REUTERS/Albert Gea

Un annuncio che aveva scatenato la rabbia della comunità palestinese, al punto che diverse organizzazioni avevano minacciato di bruciare la maglia di Messi se la partita si fosse giocata. "È come se noi giocassimo per festeggiare l'occupazione inglese delle Isole Malvinas", aveva detto Husni Abdel Wahed, ambasciatore palestinese a Buenos Aires. In settimana gruppi palestinesi si sono radunati davanti all'albergo catalano dove alloggia la squadra e al centro sportivo dove si allenano Messi e compagni, esponendo striscioni di protesta e maglie col numero 10 tinte di rosso.

REUTERS/Albert Gea

Il presidente della federazione palestinese in Sud America Rafael Araya Nasri ha detto - riferisce il sito israeliano Ynet - che Messi avrebbe "personalmente spinto per la cancellazione" della partita con Israele insieme al suo compagno Javier Mascherano e al ct della nazionale argentina Jorge Sampaoli. "Non lo dimenticheremo mai. Sono dei campioni di umanità", ha aggiunto Nasri, secondo la stessa fonte. Sulla questione si è espresso anche l'attaccante della Juventus Gonzalo Higuain: "E' la scelta giusta - ha detto Higuain a Espn -. La logica e la salute vengono prima di tutto il resto. Penso che sia meglio non andare in Israele".