ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Parte da Napoli il nostro viaggio "on the road"

Lettura in corso:

Parte da Napoli il nostro viaggio "on the road"

Parte da Napoli il nostro viaggio "on the road"
Dimensioni di testo Aa Aa

Euronews in questi giorni vi porta in un viaggio che nasce dalla domanda: che volto ha l’Italia di quella che è stata definita la Terza Repubblica, in cui Lega e Movimento 5 Stelle hanno saputo interpretare il malcontento del Paese?

Partiamo dai Quartieri Spagnoli di Napoli. E' in questa realtà di povertà e disoccupazione, che molti hanno riposto fiducia nella promessa di un cambiamento.

"Io credo che Di Maio qualcosa farà, anche perchè è un ragazzo e conosce le sue aspettative, ha messo il suo reddito di tasca sua, come non hanno fatto gli altri. Io su Di Maio proverò", spiega una donna.

"Spero che faranno qualcosa di buono a livello nazionale, ma non andremo mai a intaccare gli accordi europei, perchè non si muove niente", dichiara un residente di Napoli.

"L’unica cosa che ci resta è la speranza in un futuro migliore per noi che siamo giovani. Perché non c’è lavoro", spiega un giovane.

A colmare il vuoto lasciato dalle istituzioni a volte è la società civile. La fondazione privata Foqus ha qui aperto il primo asilo nido e fornisce formazione per giovani e adulti provenienti da tutta la città. L’obiettivo é far uscire il quartiere dall’isolamento, come ci spiega Rachele Furfaro, Presidente della fondazione: "Lo Stato dovrebbe essere più presente in questi quartieri. Questo é il motivo per cui abbiamo voluto aprire e dare vita qui ad un esperimento, che è riuscito molto bene, di un welfare comunitario".

La scommessa per il nuovo governo consisterà nel non deludere le aspettative di una città, che sembra già rassegnata.

Elena Cavallone, euronews: "Il nostro viaggio attraverso l'Italia continua. Siamo sull'autostrada tra Napoli e la Basilicata e dietro di me c'è un camion: il camion di Sergio. Incontreremo lui, la sua famiglia e i suoi amici, tutti militanti del Movimento 5 Stelle e sentiremo le loro voci, le loro aspettative, le loro frustrazioni e le loro storie".