ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo: trionfo russo al grande slam di Ekaterinburg

Lettura in corso:

Judo: trionfo russo al grande slam di Ekaterinburg

Judo: trionfo russo al grande slam di Ekaterinburg
Dimensioni di testo Aa Aa

L'incredibile spettacolo del grande slam di Ekaterinburg si è concluso oggi in Russia, dove l'ultimo blocco di combattimenti è iniziato con una finale tutta giapponese, Sotaro Fujiwara ha neutralizzato Takeshi Sasaki. Entrambi hanno ricevuto le loro medaglie dal sig. Evgeny Kuyvashev, governatore della regione di Sverdlosk. Era presente per vedere l'uomo del giorno Niyaz Ilaysov, che era in forma imperiosa davanti ai suoi supporter, in casa! Un lancio incredibile seguito da un altro, la folla entusiasta e lui che raggiunge la finale della categoria sotto i 100 kg. Lì ha escogitato due contropiedi contro il belga Toma Nikiforov, la prima dopo un fallito Seoi Otoshi.

Il secondo un momento di puro istinto. Utilizzando l'impulso di Nikiforov contro di lui! Segnando un waza ari, e facendo impazzire la folla mentre prendeva la medaglia d'oro!

Gli è stata consegnata dal signor Mikhail Cherkassov, vice presidente della Federazione russa di judo. Prima che l'inno russo suonasse.

Niyaz Ilyasov ha detto: "È il momento più bello della vita di uno sportivo, quando vinci davanti al pubblico di casa. Lo vuoi da anni. E poi pensi, ok, finalmente ce l'ho fatta! È uno dei più bei momenti della mia vita."

FEMMINILE

Maria Portela è la nostra donna del giorno, la brasiliana ha mostrato un judo esplosivo in rotta verso la finale dove ha incontrato la russa Taisia Kireeva, Portela ha approfittato di un errore di Kireeva per assicurarsi l'ippon decisivo, guadagnandosi il terzo successo in una prova del world tour, tutti, incredibilmente sono arrivati in Russia!

Maria Portela ha detto: "Ora amo la Russia! È un po' freddo per me, ma dopo tutte queste medaglie d'oro qui, lo adoro sicuramente."

Larisa Ceric ha regalato alla Bosnia Erzegovina una medaglia d'oro per la categoria sopra i 78 kg

MASCHILE SOTTO I 90 CHILI Il numero uno del mondo, Aleksandar Kukolj della Serbia si è ritrovato nella finale sotto i 90 kg, dove ha dimostrato un'eccellente abilità a terra contro Yahor Varapayeu della Bielorussia immobilizzandolo per l'ippon decisivo. Kukolj, consolida la sua posizione ai vertici della classifica mondiale della sua categoria.

Il momento più alto della giornata è arrivato dall'austriaco Laurin Boehler. Con un incredibile Ura Nage contro il judoka francese Iddir, ha mandato il suo avversario in alto, prima di metterlo di nuovo a terra.