ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Repubblica Centrafricana: come si nasce in un paese devastato dalla guerra civile

Lettura in corso:

Repubblica Centrafricana: come si nasce in un paese devastato dalla guerra civile

Repubblica Centrafricana: come si nasce in un paese devastato dalla guerra civile
Dimensioni di testo Aa Aa

Boda è una città della Repubblica Centrafricana. Qui vivono circa 116mila persone ma i dottori sono solo tre. Uno di loro è stato inviato dal Ministero della Sanità, gli altri due – un pediatra e un medico di base – lavorano per l’Ong Alima. Sono loro a gestire il reparto maternità dell’ospedale. L’anno passato l’Ong, finanziata dall’Unione Europea, si è presa cura d quasi 32 mila pazienti, compresi bambini sotto i cinque anni e madri assistite prima, durante e dopo il parto.

L’accesso all’assistenza sanitaria è una delle principali questioni umanitarie in un paese devastato dalla guerra civile e dall’instabilità politica. Boda si trova in un’area postbellica, ma pazienti e medici devono fare i conti con una situazione critica a causa della mancanza di attrezzature tecniche, medicinali e personale certificato.