ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Argentina: richiesta d'arresto per l'ex presidente Kirchner

Cristina Kirchner è sospettata di aver organizzato l'impunità di sette dirigenti iraniani presunti mandanti di un attentato anti-ebraico

Lettura in corso:

Argentina: richiesta d'arresto per l'ex presidente Kirchner

Dimensioni di testo Aa Aa

Un giudice federale di Buenos Aires ha chiesto l'arresto dell'ex presidente argentina Cristina Kirchner per intralcio alla giustizia. L'ex capo dello stato avrebbe firmato un memorandum d'intesa con l'Iran, con lo scopo di assicurare l'impunità di sette dirigenti di Teheran, sospettati di essere i mandanti di un attentato.

Point of view

Quest'indagine si basa su falsità, fatti mai accaduti, è un mettere sotto processo la politica estera

Cristina Kirchner senatrice, ex presidente argentina

In una dichiarazione alla stampa Cristina Kirchner ha tra l'altro dichiarato: 

"Quest'indagine si basa su falsità, fatti mai accaduti, è un mettere sotto processo la politica estera. Da un punto di vista legale è una pura ingiustizia. È un altro esempio di come il governo del presidente Macri stia manipolando i giudici che lo applaudano, usando i media ufficiali come strumenti di persecuzione politica, è una fatto senza precedenti in democrazia."

Attentato anti-ebraico 

La vicenda riguarda l'attentato del 1994 a Buenos Aires, contro l'associazione ebraica Amia, che aveva provocato 85 morti.

Sette funzionari iraniani furono sospettati di essere i mandanti di questa azione, poi messa a segno da miliziani hezbollah.

Nel gennaio del 2015, il pm incaricato dell'inchiesta, Alberto Nisman, accusò pe la prima volta Kirchner e alcuni suoi collaboratori di aver fatto in modo che i sospetti non venissero perseguiti.

Quattro giorni dopo, Nisman veniva ritrovato morto nel suo appartamento di Buenos Aires, con una ferita da arma da fuoco alla testa. Le circostanze del decesso non sono state mai chiarite.